Cosa è il mantrailing?

Cosa è il mantrailing?

“Così ogni cosa ha la sua parte e di respiro e di odore”

Arthur Schopenhauer

Il mantrailing termine che deriva dall’inglese man, uomo ed il verbo to trail, seguire le tracce. Può essere tradotto  in italiano in ricerca su traccia di una persona.

L’inizio di questa tecnica addestrativa è da collocarsi all’interno dell’attività investigativa di polizia americana nella ricerca di evasi  criminali e persone scomparse, con i famosi Bloodhound, razza ritenuta essere l’eccellenza in questa disciplina.

Ad oggi il suo utilizzo è sempre più diffuso anche in vari paesi Europei come supporto nelle operazioni di ricerca di dispersi ed esteso a cani appartenenti a razze diverse o meticci.

Il  mantrailing  è diventato altresì una disciplina sportiva da poter praticare insieme al proprio cane senza finalità operative nell’ambito del soccorso.

L’attività di mantrailing è una tecnica addestrativa che consiste nell’insegnare al cane a discriminare, in condizioni di contaminazioni ambientali e da parte di altre persone, uno specifico odore umano, la personale impronta olfattiva,(odore delle sostanze volatili che il corpo umano rilascia e non la traccia del suolo calpestato) a seguirlo fino ad identificarne la fonte e segnalarla.

Il cane da ricerca mantrailing segue esclusivamente le molecole disperse nell’ambiente della persona da cercare e non la traccia che questa lascia sul suolo calpestandolo.

La parte più complessa dell’addestramento consiste nell’insegnare al cane a effettuare il match to sample, ossia collegare l’odore presente sull’oggetto individuato come testimone d’odore , alla traccia presente nell’ambiente, tenendo conto che l’odore da ricercare non rientra fra quelli con un forte impatto emotivo; cercare un estraneo non ha lo stesso valore che cercare un componente del branco familiare.

Nel mantrailing non si insegna al cane ad usare il naso, attività che il cane sà svolgere autonomamente  con assoluta  competenza in base alla propria natura morfo funzionale  di razza, ma piuttosto si orienta l’addestramento con l’obiettivo di rinforzare il cane nel perfezionamento della tecnica di ricerca della traccia.

Con il mantrailing entriamo nel meraviglioso e affascinante mondo dell’olfatto canino, campo della cinologia pieno di spunti di ricerca per le scienze comportamentali e le neuroscienze nonché ricco di connessioni interdisciplinari.

Il mantrailing si è dimostrato oltre ad un’attività sinergica tra proprietario e cane volta a consolidare il legame relazionale, un’ottimo strumento in campo di riabilitazione comportamentale e in tutti i casi in cui si sia  richiesto l’inserimento di un’ attività di apertura per facilitare la risoluzione di disagi  verso contesti ambientali e umani.